Mostra fotografica Scatti d’Autore 2016

ARTE & FOTOGRAFIA
al Castello Asinari
di Costigliole d’Asti
Scatti di “autori” 2016 – IV Edizione
10 settembre – 13 novembre
Referenti: Filippo Romagnolo Assessorato alla Cultura comune di Costigliole d’Asti, Fabrizio Audano e ph.Angelo Zisa di Costigliole Cultura referenti ed animatori del settore fotografia
Il progetto “SCATTI di “AUTORI”, organizzato dal comune di Costigliole d’Asti in collaborazione con l’Associazione USC sez. Costigliole Cultura, giunge alla quarta edizione. La formula ormai ampiamente collaudata prevede mostre fotografiche ed artistiche a cui si accompagnano numerosi eventi collaterali: proiezioni, laboratori e interventi di cultura fotografica, presentazione di libri, ecc..
Da quest’anno abbiamo anche un sito che si occupa della comunicazione – www.scattidautoreat.it e su cui vorremmo pubblicare un ampio catalogo on line delle opere esposte accompagnato da locandine, cartoline e brochure cartacee.
La mostra sarà aperta il sabato e la domenica pomeriggio dalle ore 16 alle ore 19,30 e su prenotazione per i gruppi e le scuole
PROGRAMMA
Sabato 10 settembre
– Apertura ore 16
– Inaugurazione ore 17: saluto delle Autorità, presentazione degli artisti, delle
   mostre e degli eventi in calendario
– Premiazione vincitori maratona fotografica del 24 luglio
– Vernissage

La mostra occuperà una parte delle sale del Piano Nobile del Castello in quanto tre sale sono in ristrutturazione e non saranno disponibili sino al mese di ottobre. Valuteremo l’opportunità di implementare la mostra con altri artisti che hanno manifestato la loro disponibilità.
Sala d’Onore
E’ l’ampio salone (11,25×7,70)che ci accoglie all’ingresso del Piano Nobile. E’ lo spazio utilizzato per le presentazioni, i convegni, ecc. Al centro posizioneremo una vetrinetta con il disegno realizzato dall’autore degli affreschi della sala e l’originale copiato a villa Farnese a Roma.
Alcune opere di Enza Prunotto accoglieranno il visitatore assieme ai materiali pubblicitari del comune e degli eventuali sponsor. Altri dipinti e disegni della stessa autrice saranno esposti nella sala dell’alcova.
Sala stucchi I (data 1628)
Vita NOLE’ – ànemos III
Il progetto fotografico ànemos III è il proseguo naturale del progetto ànemos 2015, presentato dalla galleria “Una stanza per la fotografia “di Daniela Trunfio, a The Others ediz. 2015 Questa nuova istallazione comprende le ulteriori immagini provenienti dalla ricerca portata avanti in questi ultimi mesi.
“Il Concept delle ánemos è quello di creare attraverso la camera del cellulare, immagini estranianti e immaginifiche, dove la realtà si trasforma in simbologia ora giocosa ora inquietante, dove un soffio trasporta un’anima, dove il vento crea un vortice di forme e colore, dove un fiore si fa leggero per un viaggio planetario, dove uno scatto coglie l’essenza del pensiero” ( Vita Nolè)
Vita Nolé, architetto, fotografa e insegnante, lavora e vive a Torino. Il suo percorso professionale, sia in campo architettonico che grafico-fotografico è influenzato dalla formazione artistica, dovuta agli interessi personali e alla formazione di base, avvenuta al Liceo Artistico, “Accademia Albertina” a Torino. È stata docente di “Tecnica e Storia del Messaggio Visivo” presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Bodoni Paravia” con l’insegnamento della Storia dell’Arte e del Disegno applicato alla progettazione grafica-fotografica. Attualmente insegna Disegno ad indirizzo fotografico presso l’Istituto Professionale Statale “Albe Steiner”. L’interesse per la fotografia pur presente da sempre, si è manifestato con forza negli ultimi anni, scoprendo l’interesse per un’immagine, non perfetta tecnicamente ma suggestiva.
Mostre personali in-versioni, 2014, ospitata della Libreria Il Laboratorio, Collegno, Torino ànemos, 2015, presentata a The Others – Una stanza per la fotografia, Carceri Le Nuove, Torino in-natura, 2016, ospitata da Flower Power di Monica Aghemo, Torino in-volo, 2016, Borgese – Spazio espositivo Torino ànemos-selezione, 2016, TeArt – Associazione Artistico Culturale, via Giotto Torino ànemos II, 2016, Libreria Antiquaria Dentis Via San Tommaso 5 – Torino
Mostre collettive “rossa” in carte sparse 2016, galleria Weber & Weber arte moderna e contemporanea, Via San Tommaso 7– Torino “in-contro” , Paratissima ed. 2016-Torino
Info; www.vitanole.com – vitanole@virgilio.it – 335 5488181
Sala Stucchi II – torre
Dedicata al bicentenario della ricostruzione della chiesa parrocchiale di Costigliole d’Asti. La chiesa crollata in parte nel 1811 venne riedificata in breve tempo ed inaugurata il 13 novembre 1816. Nello stesso giorno chiuderemo la mostra scatti di autori con un evento organizzato dalla parrocchia del capoluogo. La mostra è curata dal dott. Simone CASTINO in collaborazione con don Paolo Prunotto e don Beppe Pillotto. Si esporranno documenti, riproduzioni di quadri e fotografie della chiesa della prima metà del ‘900
1816 – 2016
Chiesa di Nostra Donna di Loreto,
parrocchiale di Costigliole d’Asti
Duecento anni di storia, arte e fede
12 novembre 1816: si benedice la nuova chiesa
parrocchiale di Costigliole, ricostruita dopo il crollo avvenuto cinque anni prima.
7 luglio 1956: il costigliolese mons. Giovanni Ferro, arcivescovo di Reggio Calabria, consacra la chiesa parrocchiale.
Festeggiare un anniversario significa cogliere una preziosa occasione per volgere lo sguardo verso ciò che abbiamo alle spalle, in modo da osservare con nuova consapevolezza il cammino percorso.Gli anniversari della ricostruzione e della consacrazione della chiesa parrocchiale permettono in questo senso di riscoprire due eventi che, rispettivamente duecento e sessanta anni fa, sono entrati nella storia di Costigliole e della sua comunità. A partire da tali ricorrenze, la presente esposizione intende ripercorrere gli ultimi due secoli, illustrando le principali vicende artistiche e architettoniche della chiesa attraverso i disegni, i progetti e le fotografie che le hanno documentate.
 Torre cinese
installazione fotografica di Fabrizio AUDANO
Entrate nella torre, alzate lo sguardo verso l’alto e noterete che dai rami dipinti a soffitto sono appesi alcuni dei minuscoli abitanti delle nostre zone. Siete nel microcosmo.
Il microcosmo del castello, ovvero un piccolo mondo organizzato a se’, ambiente naturale dove vivono i nostri insetti, ragni, ecc… qui fotografati per poterli apprezzare al meglio.
Le fotografie esposte sono state realizzate con obiettivo macro arrivando ad ingrandimenti fino a 1:1 con l’ausilio di treppiede e comandi della reflex completamente manuali (esposizione e messa a fuoco).
Notevole la difficoltà nel realizzarle per via dei soggetti in rapido movimento (generalmente scattate nelle prime ore del mattino quando non sono ancora in piena della loro attività) , la poca distanza tra essi e la ridottissima profondita’ di campo.
Alcune di esse sono state realizzate tramite la tecnica del focus stacking : tecnica fotografica digitale che prevede l’esecuzione di una serie di scatti della stessa inquadratura ognuno su un piano di messa a fuoco diverso in sequenza, allo scopo di ottenere un’immagine finale con una profondità di campo maggiore di quella ottenibile con le tecniche tradizionali, fondendo anche fino a 20 scatti.
Tra le stampe potete osservare:
1) ninfa di Tettigoniidae, cioe´una forma giovanile di cavalletta verde
2) una cimice rosso/nera Pyrrhocoridae su fiore di Tarassaco (Pisacan)
3) Bombo
4) forma giovanile (cioe´attera, senza ali) di afide, pidocchio delle piante su fiore giallo Heliantus tuberosus (Topinambur)
5) Salticidae
6) Exuvia di Cicala
7) Cicala adulta
8) Lycosidae (ragno lupo)
Sala teatro/alcova
Ricordo fotografico di Piero NEBIOLO – raccolta di scatti eseguiti dagli amici in varie occasioni. Sarà il pretesto di riparlare di Piero e della Stamperia del Lanzello che ha visto uscire opere importanti e rare. La mostra sarà corredata da disegni, libri, menù d’autore e scritti che lo ricordano. I costigliolesi saranno invitati a frugare nei loro cassetti per raccogliere altre testimonianze che ci parlino di Piero e che permettano di colmare quell’armadio della memoria che da alcuni anni l’associazione ha come uno degli obiettivi più importanti.
Nella stessa sala verranno collocate alcune opere dell’artista Enza Prunotto nata a Costigliole d’Asti il 31 Marzo 1948, vissuta a Torino in p.za Vittorio Veneto fino al Settembre del 2005 si è ora trasferita al paese di origine in Strada Castelletto n. 24
e-mail: enza.prunotto@libero.it
sito: www.enzaprunotto.net
Si dedica alla ricerca artistica da sempre e asseconda la passione per il disegno e la pittura. Segue con passione il lavoro pittorico di Orsello Tordolo. Diplomata al Liceo Artistico consegue l’abilitazione come insegnante di materie artistiche. Frequenta l’Accademia del nudo ( all’Albertina di Torino) come allieva di Giacomo Soffiantino e Giovanni Paganin; approfondisce lo studio dell’incisione con Vincenzo Gatti.
Negli anni ’70 lavora in agenzie di pubblicità torinesi, dove si specializza in grafica e fotografia. Alcuni disegni eseguiti in quegli anni sono stati pubblicati su libri scolastici per ragazzi. (“Creatività ed espressione” tre volumi, M.C.Prette edizioni Giunti e Barbera)
Si occupa di drammatizzazione e insegnamento di disegno e pittura in alcune scuole statali torinesi e in un Liceo Artistico privato.
Tiene corsi di tromp-l’oeil al Liceo Artistico statale di Torino
Varie mostre personali e collettive sono documentate in esposizione nelle vetrinette: cataloghi con presentazioni di critici(Guasco-Mantovani-Demo ecc..)
Dal 1978 gestisce un laboratorio d’arte applicata dove realizza tromp-l’oeil e decorazioni di ambienti: negozi, abitazione, chiese.
Le tecniche usate sono svariate; tempere, acrilici, calce, encausto, affresco e tecniche miste. Alcuni lavori sono stati pubblicati su riviste di arredamento
AD
I00 CUCINE
CASA AMICA
CASE AL MARE
PAVIMENTI
Recentemente scopre nella propria famiglia (ramo materno) l’esistenza di una ascendente che svolse nel 1600 la sua stessa attività.
Alla fine del XVII secolo, Pietra Caterina Borio prestava la sua opera pittorico-decorativa in alcune chiese Piemontesi; lavori testimoniati dalle opere stesse e dai pagamenti registrati sui libri mastri della Curia e dei Comuni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sala Verde
Esposizione dei migliori scatti dei fotografi partecipanti al concorso “Costigliole Photoday 2016″ maratona fotografica 5 temi in 5 ore ed al workshop realizzato nella chiesa sconsacrata della Misericordia
EVENTI DI CULTURA FOTOGRAFICA